Il dolce cattivo

Tags

, , ,

Fetta dopo fetta il dolce diventa meno buono.

Così le persone agli scherzi.

È quello che ho imparato ieri dai miei ragazzi di Catechismo.

Tremendi. 

O forse no, son tremendo solo io.

Ci vuole pazienza.

E pochi dolci.

A presto…

Advertisements

Al lavoro!

Tags

, , , ,

Mi rimbocco le maniche per scrollare di dosso l’apatia che, lentamente, sta corrodendo il mio cervello.

Più lascio fermi i pensieri più mi sento come un vegetale che, seppur bello e maestoso nel suo essere, tale è e tale rimarrà nello stesso luogo per il resto dei suoi giorni.

Ho bisogno di muovermi e di far muovere la mente. Di pensare, di ragionare. Una primavera inaspettata per i miei pensieri che, lenta, porta ad un fiorire delle idee.

Benvenga quindi questa primavera e abbasso l’apatia, oramai mia nemica.

 

Primo giorno del 2017

Tags

, , , ,

L’anno passato ha segnato profondamente la mia persona, mostrandomi per quello che erano alcune persone a me vicine, rafforzando vecchi legami di amicizia e consegnandomi fra le braccia della mia metà.

Inutile dire che avrei potuto scrivere di più, leggere di più o essere qualcosa di diverso da quello che sono stato. La verità pura e semplice la trovate all’inizio del post, ovvero ero occupato a gestire le mie emozioni in relazione agli avvenimenti che accadevano.

Ma posso asssicurarvi che ho deciso di rompere il guscio di indifferenza ed affrontare le mie paure a viso scoperto, senza mascherarmi dietro una educazione che poco ha d’essere applicata a chi non ti rispetta. 

Ed è tempo di riappropriarmi dei miei spazi, di lasciarsi vicino gli amici e scacciare gli invidiosi ed i falsi. Riconquistare il mio posto ed il mio orgoglio di uomo.

Un abbraccio ed alla prossima.

Johnatan Dante