Tags

, , , , , , ,

Rincorrevo Puck nei bui sentieri, quasi mi perdevo dietro quel folletto!

All’improvviso una radura, in mezzo una fontana lucente che colava luce dalla roccia. La riconobbi, non era una fontana, ma Titania Regina delle Fate, e l’acqua non era acqua ma spiritelli suoi servitori.

Così fui preso e rapito da musica di tempi perduti, danzavamo tutti insieme nella radura, fra fioche luci e vivide immagini da sogno.

Stanco mi accasciai vicino al fuoco, mentre gli spiritelli mi giravan attorno.

Chiusi gli occhi, la musica si affievolì, lasciando l’anima ritornare nel mio letto, a stringer la mia Regina che brilla ancora, d’amore, per me.

Advertisements