Tags

, , , , , , ,

Odio il rumore che disturba il sonno e turba la mente.

In special modo quando lascia nell’animo quel senso di inquietudine che avvelena il cuore e tarda a svanire. Il corpo lo smaltisce certo, ma rimane sempre l’infezione a cui bisogna prestare particolare attenzione giacché, dato l’indebolimento, permette al negativo di penetrare le difese naturali a cui, inconsciamente, si fa affidamento.

Una scrollata di spalle non basta, una scollata di orecchie stordisce e basta.

Il sereno antro del cuore è l’ideale per curarsi e riposare dalle fatiche provocate dal rumore: mi rifugio qua e sono al sicuro.

E chiudo il resto al di fuori.

Qua dentro ho tutto quello di cui o bisogno: ho tutto quello che cerco.

Advertisements