Tags

, ,

Il mondo sta cambiando, ed io con lui.

Per questo, ogni domenica, vi lascio un pezzo di me, per ricordarmi chi sono, chi ero e soprattutto, chi vorrei essere…

Forse non è un caso che questa mini-rubrica esca di Domenica, il giorno del Signore. Forse non è un caso che la mia rubrica Diario di Un Viaggiatore tocchi una parte della ricerca interiore che accomuna molti di noi: il riempire quel vuoto cosmico che attanaglia l’anima in certi momenti (ricorrenti) della nostra vita.

Io credo. Credo che quel vuoto sia quella parte che l’Io non riempirà mai. Credo che esiste un Dio, che ci ama, che da la vita, che salva dal vuoto, dall’assenza di Dio stesso. Credo che ci ha offerto la possibilità di uscire fuori dalla mera condizione di uomini. Credo che oltre ad averci dimostrato che possiamo farne di Lui ciò che vogliamo, ci continui a dire che è qui, al nostro fianco.

E di questo mi fido.

Mi fido perchè lo vedo ogni giorno. Lo vedo nei miei genitori, nei miei amici, nella mia fidanzata. L’ho visto nei ragazzi dei campiscuola, delle attività parrocchiali e non. Lo vedo ogni tanto per strada: dietro ogni nosepol si nasconde sempre un saria bel (solo i triestini capiranno, ma pazienza…). Mi fido che tutto questo esista e la mia vita ne è la manifestazione. O no?

E magari, dopo aver letto questo post, acquisterete un po’ di Fede in più pure voi. O forse no. Dipende da quanto il cuore vuole aprirsi. Di certo, verso la Buona Novella il mio non può essere che aperto.

A proposito, siete andati a messa? :D

Ciao, alla prossima domenica!

Advertisements