Tags

, , , , , , , ,

Il mondo sta cambiando, ed io con lui

Per questo, ogni domenica, vi lascio un pezzo di me, per ricordarmi chi sono, chi ero e soprattutto, chi vorrei essere.

Il primo post di questa nuova serie, che mi sono inventato a mezzanotteemezza di una serata febbrile, cioè di febbraio… dicevo: il primo post lo dedico a Maggie, la mia piantina di Maggiorana.

This is Maggie

Maggie, la mia piantina di Maggiorana

Come tutti voi ben sapete, la Maggiorana è (cito testualmente dalla fonte)

un’erba perenne nelle regioni di appartenenza (Africa del Nord e Asia centrale)

Come pianta esotica, difatti, merita le cure amorevoli di un biologo di alta esperienza, quale sono io, che non ho, massimo massimo, l’abitudine di regalare fiori e tagliare l’erba del giardino.

Eccomi quindi, grazie ad un amorevole regalo della mia dolce metà, coinquilino di questo meravigliosa pianta aromatica. Da notare che (cito dalla fonte)

Le foglie sono la parte commestibile della pianta. È anche un’erba molto ricca di vitamina C, di oli essenziali, tannini e acido rosmarinico pertanto è molto usata in erboristeria, in aromaterapia ed anche nell’industria cosmetica. È indicata nella cura dell’emicrania.

Si tratta quindi di un dono prezioso, da conservare con cura e, soprattutto, tanto amore.

Spero di essere all’altezza del compito: mi piace l’idea di una coinquilina utile e simpatica come Maggie. Chissà che non diventiamo buoni amici :)

Vedremo…

Ciao, alla prossima domenica!

Advertisements