Tags

, , , , , , , , , , , , , , , ,

Piano piano, il mattino
lento si risveglia,
facendo colazione con
nuvole di rugiada e
raggi di primo sole
Ripone con calma la luna
nel cassetto, si toglie
il pigiama azzurro e
fa capolino da dietro le
colline in fiore

Svegliati pigrona, è già
tardi
” sgrida la mia bella
Ma come il più malandrino
dei Romei, le riparo gli
occhi con le coperte
Non è il primo sole, quella
luce che vedì è ancora la luna.
S’è fatta più brillante per
farti invidia, ma ella non sa
che tu brilli nel mio cuore
più di tutti gli astri

Con questa bugia, colma di
amore, mi da retta e si accoccola
di nuovo fra le mie braccia,
ingannata dal mio affetto.

Quanto vorrei che l’adesso durasse
in eterno..

Advertisements